9.2.18

San... Cremini!



Se a San Valentino volete stupire le persone che amate, fatelo con dei cioccolatini cremosi! Facilissimi e velocissimi da preoarare, realizzateli con gli stampi che preferite e la cioccolata migliore che avete, perché sarà quella a fare la differenza!

Anche questa ricetta è studiata per l'appuntamento del venerdì con la rubrica settimanale Il sorriso vien mangiando... sano! curata a quattro mani con la Nutrizionista Maria Rosaria Amoroso.
Leggete la pagella nutrizionale di questa ed altre ricette direttamente sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram della nutrizionista e seguiteci per avere sempre a portata di mano i suoi preziosi suggerimenti, porle delle domande per sciogliere i vostri dubbi in tema di nutrizione!
Ogni venerdì scoprirete le ricette che vi proponiamo; rendeteci partecipi anche voi dei vostri esperimenti culinari taggandoci nelle foto delle vostre ricette per vederle pubblicate sui nostri social!



CIOCCOLATINI CREMOSI DI SAN VALENTINO





per una decina di cioccolatini




Sciogliete 100 grammi del cioccolato fondente, quindi sciogliete nel cioccolato fuso gli altri 50 grammi tagliati a pezzetti. Versate il cioccolato fuso negli stampini di silicone e lasciate rapprendere per almeno mezz'ora.
Coprite lo strato di cioccolato fondente di ogni cuoricino con un cucchiaino di cioccolata spalmabile e trasferite in
frigorifero per almeno mezz'ora.
Coprite i cuoricini con un altro strato di cioccolato fondente fuso e lasciate indurire del tutto.
Sformate i cioccolatini cremosi quando saranno totalmente induriti.

2.2.18

Lattuga? Tutt'altro che PATÉ...tica!




Avevate mai pensato di mettere la lattuga... nel paté?
A me l'idea è venuta qualche giorno fa quando, in preda a frequenti attacchi di fame (dovuti probabilmente ad un pochino di stress - tutto sommato fra meno di quattro mesi io e Rosario ci sposiamo e ci trasferiamo a Barcellona! *___*) non sapevo come fare per tenere a bada l'appetito senza far danni!
Ho aperto il frigorifero in cerca di qualche verdura o ortaggio da cucinarmi e ho trovato la rimanenza di un grosso cespo di lattuga.
In quel momento mi si è accesa la lampadina: perché non preparare una crema da spalmare sul pane per una versione salutare delle comuni tartine?
Qualcosa di più saporito potevi usarlo!, direte voi (vi sento! ;-p )
Invece la lattuga, cotta e frullata con del tonno in scatola di buona qualità, un po' di olive e semini croccanti, si trasforma in un paté gustoso, ideale da spalmare su delle fette di pane ai cereali o su delle bruschette integrali.

Aumentando le dosi di tonno e aggiungendo qualche cucchiaio di pangrattato, questo paté assume una consistenza ancora più compatta e si trasforma facilmente in un polpettone freddo, vale a dire un piatto completo.
Azzardate ad arricchirlo con i semi che più vi piacciono e ad usarlo per delle tartine da servire ad un buffet: vi assicuro che nessuno si accorgerà che sono dietetiche e spariranno in due secondi!

Anche questa ricetta è studiata per l'appuntamento del venerdì con la rubrica settimanale Il sorriso vien mangiando... sano! curata a quattro mani con la Nutrizionista Maria Rosaria Amoroso.
Leggete la pagella nutrizionale di questa ed altre ricette direttamente sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram della nutrizionista e seguiteci per avere sempre a portata di mano i suoi preziosi suggerimenti, porle delle domande per sciogliere i vostri dubbi in tema di nutrizione!
Ogni venerdì scoprirete le ricette che vi proponiamo; rendeteci partecipi anche voi dei vostri esperimenti culinari taggandoci nelle foto delle vostre ricette per vederle pubblicate sui nostri social!



PATÉ DI LATTUGA, TONNO E OLIVE

dosi per 2 ciotole



un piccolo cespo di lattuga
300g di tonno sott'olio (peso da scolato)
una manciata di olive verdi
1 cucchiaino di semi di girasole
1 cucchiaino di semi di zucca
1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva


inoltre


pangrattato (facoltativo, per legare) e bruschette integrali per servire



Per prima cosa, pulite accuratamente la lattuga: eliminate il torsolo e separate le foglie, scartando quelle più esterne e rovinate.
Mettete le foglie in ammollo per qualche minuto in acqua fredda, poi lavatele una per una sotto l'acqua corrente.
Passate infine la lattuga alla centrifuga per asciugarla al meglio possibile.

Fate riscaldare leggermente l'olio in un tegame antiaderente e mettetevi a cuocere la lattuga fino a quando non risulterà ben appassita, tenera e "asciutta".

Lasciate intiepidire leggermente, quindi frullate insieme al tonno, alle olive denocciolate e ai semi. Aggiungete un filo d'olio extra vergine di oliva a crudo solo se necessario (altrettanto vale per il pangrattato).

Trasferite nelle ciotole da servizio e lasciate riposare in frigorifero. Servite freddo.


19.1.18

Pop-corn speziati: lo snack sano è servito!





I pop-corn nascono come snack sano (un po' come il muesli, di cui vi abbiamo detto qui qualche tempo fa), ma quelli che troviamo in commercio, ricchi di grassi idrogenati e sale, andrebbero più correttamente inseriti nella categoria junk food.
L'idea di questi pop-corn fatti in casa mi è stata ispirata dallo scatto che la nostra Nutrizionista ha catturato per le vie di Siviglia qualche giorno fa.
Come lei suggerisce, le spezie rappresentano davvero un astuto espediente per distrarre le papille gustative dall'assenza di sale. Con i loro colori, aromi e sapori, aggiungono personalità ai cibi, e le loro proprietà le rendono alleate preziose della nostra salute.
Per questa ricetta-non ricetta, ho scelto di usare il pepe nero e la curcuma in polvere comprata in estate al mercato cittadino di Vancouver (come souvenir per mio padre, visto che è molto indicata per i diabetici!). La grattatina di buccia di arancia e lime aggiunge una gradevolissima nota fresca al mix dolce e piccante: sentitevi liberi di sostituire gli agrumi ma non omettetela, vi piacerà!




Anche questa ricetta è studiata per l'appuntamento del venerdì con la rubrica settimanale Il sorriso vien mangiando... sano! curata a quattro mani con la Dottoressa nutrizionista Maria Rosaria Amoroso.
Leggete la pagella nutrizionale di questa ed altre ricette direttamente sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram della nutrizionista e seguiteci per avere sempre a portata di mano i suoi preziosi suggerimenti, porle delle domande per sciogliere i vostri dubbi in tema di nutrizione!
Ogni venerdì scoprirete le ricette che vi proponiamo; rendeteci partecipi anche voi dei vostri esperimenti culinari taggandoci nelle foto delle vostre ricette per vederle pubblicate sui nostri social!



POP-CORN PEPE E CURCUMA
CON ZESTE DI ARANCIA E LIME





dosi per 4 porzioni

100 gr di mais per pop-corn
2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
1 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaino di pepe nero
1/2 cucchiaino di buccia di arancia grattugiata
1/2 cucchiaino di buccia di lime grattugiata (in alternativa, limone)




Preparate i pop-corn con il metodo che preferite (in padella - non unta - o nel microonde), in una o due volte.

Nel frattempo radunate la buccia grattugiata degli agrumi, le spezie e l'olio in una tazzina e mescolate bene.

Quando i chicchi di mais saranno tutti scoppiati, trasferiteli in una ciotola e versateci sopra la miscela a base di olio e spezie mentre sono ancora caldi.

Mescolate rapidamente (ma con delicatezza) i pop-corn finché non saranno tutti uniformemente "conditi" e servite.


12.1.18

Puré di zucca [Ricetta detox]




Dopo gli eccessi a cui abbiamo ceduto durante le feste, tornare alle buone (speriamo!) vecchie abitudini alimentari può costare più fatica del solito.
Un pizzico di creatività in cucina è fondamentale, in questi momenti, per non cedere alle lusinghe di cibi ipercalorici ed elaborati (che magari non abbiamo nemmeno ancora smaltito) e sentirci più motivati a prediligere, al contrario, alimenti di origine vegetale, semplici, salutari e ricchissimi di sostanze detossinanti.
Per l'appuntamento di oggi con la rubrica Il sorriso vien mangiando... sano!, io e la nutrizionista abbiamo trasformato la zucca... no, non nella carrozza di Cenerentola (!) ma in un gustosissimo puré!
Pochi ingredienti, pochi sforzi et voilà, il contorno perfetto per un accompagnare secondo piatto, magari vegetariano o di pesce, è pronto!
Grazie al rosmarino, alle spezie e all'olio a crudo, nessuno si accorgerà della totale assenza del sale da tavola.
E a molti senz'altro non dispiacerà gustarlo anche come primo piatto... ;-) 

Anche questa ricetta è studiata per l'appuntamento del venerdì con la rubrica settimanale Il sorriso vien mangiando... sano! curata a quattro mani con la Dottoressa nutrizionista Maria Rosaria Amoroso.
Leggete la pagella nutrizionale di questa ed altre ricette direttamente sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram della nutrizionista e seguiteci per avere sempre a portata di mano i suoi preziosi suggerimenti, porle delle domande per sciogliere i vostri dubbi in tema di nutrizione!
Ogni venerdì scoprirete le ricette che vi proponiamo; rendeteci partecipi anche voi dei vostri esperimenti culinari taggandoci nelle foto delle vostre ricette per vederle pubblicate sui nostri social!



PURÉ DI ZUCCA E PATATE




dosi per 4 persone

800 gr di zucca (meglio una qualità poco acquosa)
una piccola patata
rosmarino
pepe e noce moscata a piacere
4 cucchiai di olio extravergine di oliva




Private la zucca dei semi e della buccia, tagliatela a tocchetti e cuocetela al vapore per qualche minuto, finché non si sarà leggermente ammorbidita.




Pelate e tagliate anche la patata e trasferite tutto su una teglia coperta da carta forno, cospargete di rametti di rosmarino, aggiungete pochissimo olio e cuocete in forno preriscaldato a 200°C per circa mezz'ora (o comunque finché sia le patate che la zucca non saranno tenere alla forchetta), mescolando spesso.



Frullate il tutto (se avete usato dei rametti di rosmarino fresco, tenetene un paio da parte per la decorazione finale) passandolo al minipimer o nel boccale del mixer fino a ottenere una purea densa e omogenea.
Condite il puré con le spezie e l'olio di oliva e trasferite in una teglia adatta alla presentazione in tavola perché ciascun commensale possa servirsene.



NOTA:

- Il puré si prepara anche in anticipo e si conserva benissimo in frigorifero per 2 giorni.


5.1.18

Il vi(ll)aggio dei... regali!




E voi Magi dalla ricca sella
che camminate dietro la stella
portando un sacco di doni,
e parete così buoni
con la barba e l’occhio mite,
chi cercate? Dite, dite,
e i tesori a chi l’offrite?




Una delle gioe più grandi dell'Epifania è vedere come la fantasia dei più piccoli sa (ri)accendere quella dei più grandi.
Nella loro immaginazione, tutto ha senso, tutto è in equilibrio, tutto è meravigliosamente vero.
Perfino... una collaborazione tra i Re Magi e la Befana! ;-)
Forse, con un piccolo sforzo di immaginazione, anche voi riuscirete a vedere, in questi dolcetti, dei pacchetti regalo.
Ciò che, ad ogni modo, non potrete senz'altro fare a meno di vedervi, saranno dei pasticcini irresistibili!
Morbidi dentro e croccantini fuori, fatti con pochissimi ingredienti di altissima qualità (primo tra tutti, il cioccolato Amedei!) e con tanti profumi d'Oriente.




Prepararli sarà un attimo... e finirli, pure! ;-D






Anche questa ricetta è studiata per l'appuntamento del venerdì con la rubrica settimanale Il sorriso vien mangiando... sano! curata a quattro mani con la Dottoressa nutrizionista Maria Rosaria Amoroso.
Leggete la pagella nutrizionale di questa ed altre ricette direttamente sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram della nutrizionista e seguiteci per avere sempre a portata di mano i suoi preziosi suggerimenti, porle delle domande per sciogliere i vostri dubbi in tema di nutrizione!
Ogni venerdì scoprirete le ricette che vi proponiamo; rendeteci partecipi anche voi dei vostri esperimenti culinari taggandoci nelle foto delle vostre ricette per vederle pubblicate sui nostri social!



PASTICCINI ALLE SPEZIE D'ORIENTE

dosi per una ventina di pezzi




per i pasticcini

65 gr di frutta secca a guscio mista (noci, mandorle, nocciole, pistacchi...)
25 gr di miele
20 gr di olio extra vergine di oliva
1 tuorlo (oppure 20 gr di albume)
1 cucchiaino di mix di spezie (cannella, noce moscata, zenzero, pepe, chiodi di garofano...)
una grattatina di scorza d'arancia (facoltativo)


per la copertura

150 gr di CRU Cioccolato Mono Origine Madagascar Amedei
codette colorate (oppure cocco disidratato, granella di nocciole...)




Preparate i pasticcini: nel boccale di un mixer, radunate la frutta secca a guscio e l'eventuale buccia di arancia, quindi frullate fino a ottenere una miscela il più possibile fine e omogenea.

Mettete in una ciotola il composto e impastatelo con il miele caldo e l'olio evo e amalgamate infine anche il tuorlo.

Lasciate raffreddare per qualche minuto in frigorifero, quindi prelevate dei piccolissimi pezzetti d'impasto alla volta e formate dei piccoli cubi, il più possibile somiglianti a dei pacchetti.



Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 5 minuti o comunque fino a quando i bordi non si saranno leggermente dorati. Sfornate e lasciate raffreddare sulla teglia.


Nel frattempo preparate la copertura: fate fondere bene 110 grammi di cioccolato fondente presi dal totale (io ho usato il forno a microonde ma va bene anche il sistema a bagnomaria) e aggiungete a questo i restanti 40 grammi tritati finemente. Con questa semplice tecnica di temperaggio per inseminazione otterrete dei gusci di cioccolato lucidi e croccanti.

Immergete rapidamente ciascun pasticcino nel cioccolato fuso così ottenuto, aiutandovi con un cucchiaino per coprire bene tutti i dolcetti, quindi sollevateli con i rebbi di una forchetta (per far colare meglio il cioccolato in eccesso) e disponeteli su una teglia coperta di carta forno.
Ripetete l'operazione fino ad esaurimento degli ingredienti.




Prima che il cioccolato si rapprenda del tutto, decorate i pasticcini con le codette di zucchero o quel che preferito: io ho realizzato delle specie di nastrini per richiamare un po' l'idea dei pacchetti regalo, ma voi sbizzarritevi con la fantasia!

Attendete che il guscio di cioccolato si indurisca completamente prima di riempire le calze con i vostri dolcetti!

Buona Epifania a tutti!