12.4.19

Aria (e profumo) di primavera!




Asparagi, che passione!
Fin quando ero a Napoli, aspettavo con impazienza l'arrivo della primavera, e in particolare del mese di aprile, perché papà li portasse a casa dal mercato, ma ora che sono a Barcellona, grazie alla notevole varietà delle regioni climatiche del Paese che mi ospita, li trovo praticamente tutto l'anno (e a prezzi assolutamente onesti!).
Ora è il momento delle creme, che io adoro un po' brodose e piene di parmigiano... ma questo risotto, nella sua freschezza e leggerezza, non è affatto da meno!
Provato l'anno scorso per la prima volta, con una quantità di formaggio un po' più abbondante, ve lo riproponiamo per la rubrica del venerdì in una versione leggermente meno calorica ma comunque deliziosa!
Come per gli altri risotti pubblicati su queste pagineniente burro: come sempre, furbizia in cucina e una piccola aggiunta di formaggio stagionato che, regalando anche una certa sapidità, consente di tagliare del tutto sul sale!

Anche questa ricetta è studiata per la rubrica Il sorriso vien mangiando... sano! curata a quattro mani con la Nutrizionista Maria Rosaria Amoroso.
Ogni venerdì io, Raffaella, vi regalo una ricetta, e la nutrizionista, Maria Rosaria, i motivi per prepararla: ad ogni ricetta, la sua pagella nutrizionale!
Seguiteci sui nostri profili Facebook e Instagram, taggateci nelle foto delle vostre ricette salutari: le pubblicheremo sui nostri social per condividere con tutti le vostre creazioni... a prova di dieta equilibrata!

Il sorriso vien mangiando (Facebook)
@ilsorrisovienmangiando (Instagram)

Biologa Nutrizionista Maria Rosaria Amoroso (Facebook)
@nutrizionistaamoroso (Instagram)



RISOTTO AGLI ASPARAGI
CON MENTA E LIMONE


per 4 persone

320 g di riso a chicco lungo integrale
600 g di asparagi verdi (vedi nota)
40 gr di pecorino romano grattugiato
1 l di brodo vegetale
una piccola cipolla
una bella manciata di foglie di menta
la buccia grattugiata di un limone bio
olio extra vergine di oliva q.b.



Private gli asparagi delle parti finali più dure e delle eventuali punte rovinate, quindi lavateli accuratamente sotto l'acqua corrente e pelateli nel senso della lunghezza per eliminare l'eventuale parte verde filamentosa (i miei erano teneri e puliti, quindi non ce n'è stato bisogno).

Tagliate i gambi degli asparagi a rondelle, e conservate intere le punte più piccole (mentre quelle più grandi potete tagliarle a metà nel senso della lunghezza). Toglietene una manciata da parte per preparare il brodo.

Preparate il brodo radunando l'acqua, le punte di asparagi tenute da parte e della buccia di limone (prelevata col pelapatate) in una pentola e portate a bollore.

Tostate il riso in un leggerissimo fondo d'olio in cui avrete fatto rosolare la cipolla tritata, quindi aggiungete una parte di brodo bollente. Mescolate brevemente e aggiungete un'altra parte di brodo e gli asparagi. Tenete presente che gli asparagi necessitano di circa 8-9 minuti per cuocere.

Mescolate spesso inizialmente, per regolarvi con la quantità di brodo da aggiungere di volta in volta, e cuocete per il tempo indicato sulla confezione del riso.

Unite il trito di menta e buccia di limone fuori dal fuoco, mantecate con il pecorino e servite subito.



NOTA:

- Personalmente amo i risotti "ricchi", in cui le verdure caratterizzano il sapore del piatto e si incontrano ad ogni forchettata! Voi però sappiate che potete regolarvi con una quantità più piccola di quella da me indicata.

2 commenti: