21.9.12

Calamari ripieni di scarole



Questi calamari ripieni rappresentano un secondo di pesce particolare e ricco di sapore, oltre che un modo creativo di portare in tavola una versione sempre diversa di questi molluschi.
In questa ricetta abbiamo usato le scarole, una particolare varietà di lattuga, dono della stagione fredda che si presta a molte declinazioni interessanti, ma voi sentitevi liberi di variare con le verdure che più vi piacciono: l'ingrediente fondamentale sia sempre un pizzico di fantasia! ;-)
Anche questa ricetta è studiata per l'appuntamento del venerdì con la rubrica settimanale Il sorriso vien mangiando... sano! curata a quattro mani con la Dottoressa nutrizionista Maria Rosaria Amoroso.
Leggete la pagella nutrizionale di questa ed altre ricette direttamente sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram della nutrizionista e seguiteci per avere sempre a portata di mano i suoi preziosi suggerimenti, porle delle domande per sciogliere i vostri dubbi in tema di nutrizione!
Ogni venerdì scoprirete le ricette che vi proponiamo; rendeteci partecipi anche voi dei vostri esperimenti culinari taggandoci nelle foto delle vostre ricette per vederle pubblicate sui nostri social!




CALAMARI RIPIENI DI SCAROLE
4 calamari grandi (io surgelati) 
2 cucchiai di pangrattato
una decina di olive bianche
una bella scarola lessata e ripassata in padella
olio extravergine d'oliva
un pizzico di sale



Pulite i calamari: afferrate la testa di ciascun calamaro e staccatela delicatamente. Ripetete la stessa operazione per staccare le alette e i tentacoli.
Eliminate la pelle esterna da ciascun calamaro, quindi tiratene fuori l'osso cartilagineo, evitando di romperlo.
Sciacquate abbondantemente con acqua corrente in modo che le sacche risultino perfettamente pulite da eventuali interiora e pezzetti di osso cartilagineo.
La testa, i tentacoli e le alette tenuti da parte potranno essere usati insieme al ripieno dei calamari, dopo esser stati finemente tritati e cotti per pochi minuti in un soffritto leggero (magari insieme alle scarole).

Preparate il ripieno: unite la scarola grossolanamente tagliata, il pangrattato, l'olio e il sale farcite ciascun calamaro con il composto ottenuto, senza esagerare con le quantità, aiutandovi con un cucchiaino da cockail e facendo "scivolare" delicatamente la farcia all'interno della sacca.
Riempite ciascun calamaro per 2/3 e chiudetelo con uno stuzzicadenti.

Cuocete i calamari in una grande padella antiaderente con un filino d'olio extravergine d'oliva e un pizzico di sale (anche una teglia di vetro pirex andrà benissimo).

 

Cuocete a fiamma dolce per pochi minuti, girandoli spesso anche sui lati. I calamari saranno pronti non appena, da trasparenti, risulteranno bianchi.
Servite insieme a un'insalatina mista, condita con poco olio e succo di limone.

Scusatemi se non vi offro la foto del ripieno, ma per la fretta di raggiungere gli altri commensali ho dimenticato di scattarla! :°)

Buon fine settimana a tutti! :-)

5 commenti:

  1. ottimi e sfiziosi e buon compleanno al "giovanotto" !!!!!!!!!!!!!!!
    buon we
    Alice

    RispondiElimina
  2. Auguri al giovanotto di casa e che delizia!I calamari ripieni sono uno dei miei cibi preferiti, adoooro il ripieno a base di erbe aromatiche!Complimenti!Ciao e buon we

    RispondiElimina
  3. Buonissimi i calamari ripieni.. e gustosa l'idea del ripieno con le alici :-).. baciotti

    RispondiElimina
  4. Un bel piatto di calamari ripieni ci voleva proprio!! me ne mangerei un casino! ottima ricetta!

    RispondiElimina